In e-Mtb da Sanson a Marta, confluenza delle grandi traversate

Da Realdo in 12 km la strada ci porta alla Bassa di Sanson, prima su fondo asfaltato per finire in sterrato da poco risistemato. Sanson è un crocevia, intersezione tra diverse traversate. Provenendo da Triora e Realdo, dunque Valle Argentina e Italia, potremmo scendere a La Brigue, un tempo territorio Italiano ma ora Francia, per collegarci alla Val Roja, dunque Nizza a sud e Cuneo a Nord.

Trasversalmente procediamo sulla via che segna il confine tra i due Stati, la vecchia strada militare che congiunge la galleria del Garezzo con Colle Melosa e che in questa sezione è  abbinata anche all’Alta Via dei Monti Liguri, alla Via Alpina e alla Via del Sale (una delle tante, ma la più nota).

Salendo fino alla zona di Marta attraversiamo ambienti suggestivi. La foresta demaniale di Gerbonte con i suoi larici secolari, la zona di protezione speciale Toraggio-Gerbonte siamo in area Parco Alpi Liguri.

Arriviamo alla zona di Marta annunciata dai ruderi delle caserme militari, parte del Vallo Alpino costruito tra le due guerre mondiali quando la zona faceva ancora parte del territorio italiano. A breve distanza si potrà visitare il Balconi di Marta con la sua imponente installazione sotterranea.

Per finire l’escursione in ebike varrà la pena di salire a Cima Marta da cui si potrà godere uno splendido panorama a 360° su tutta la zona alpina candidata al riconoscimento Unesco come Patrimonio dell’Umanità.

By | 2018-09-29T15:12:06+00:00 settembre 27th, 2018|MTB, sviluppo, trekking|0 Comments

About the Author:

Leave A Comment